DSC5932bassa

Cuoio in barca

L’idea di fare da me accessori in cuoio per la barca è nata dalla necessità di proteggere il boma dai bozzelli delle volanti che essendo esattamente alla sua altezza quando sono lascate, ci sbattono sopra  facendo danni.
image-286
Ho iniziato a girare sul web e mi sono accorta che in Italia c’è solo una ditta (torinese) che li fa, la stessa che ha equipaggiato il Kipawa! I prezzi però sono incredibilmente alti, così mi son messa alla ricerca del materiale necessario per realizzarli da me.
image-287
Ho scelto due tipi di cuoio, uno più spesso dell’altro, il primo per i bozzelli che lavorano vicino al boma e al vang
l’altro per rivestire  impiombature e alcuni tientibene che….non tenevano bene.
Gli attrezzi necessari sono: un paio di grosse forbici ben affilate, un attrezzo per forare il cuoio, una rondella zigrinata con manico di legno per segnare i punti da cucire in modo regolare, un punteruolo sempre con manico di legno, filo cerato, filo di cuoio, aghi per il cuoio (quelli con la parte che buca piatta per intenderci) dei fogli di plastica per disegnare il modello che servirà per tagliare il cuoio a misura, pennarello indelebile, squadrette.
image-288
Il modo migliore per ricavare la forma desiderata è usare un foglio di plastica, si riuscirà così ad avere delle misure esatte che tengano conto del lavoro che deve fare il bozzello o la manovra che vogliamo ricoprire, prima lo disegnamo col pennarello poi si ritaglia per simulare il nostro lavoro con l’abbondanza delle cuciture.
image-289
Una volta soddisfatta del risultato ho disegnato il modello in plastica con misure esatte, ora ne ho uno per ogni lavoro, non si sa mai…..
A questo punto si passa a tagliare il cuoio, una volta fatto lo bagnamo con acqua per ammorbidirlo e renderlo di più facile manipolazione.
image-290
Con la rondella zigrinata ora segnamo i bordi dove ci sarà la cucitura, e con il foracuoio si fanno dei fori regolari, la distanza è relativa al lavoro che state facendo io ho più o meno mantenuto i 5/6 mm. 
Le cuciture possono essere fatte con il filo cerato oppure con il filo di cuoio, la scelta non sta solo in un fatto estetico: bozzelli, lande, paterazzi, arridatoi devono essere sempre facilmente ispezionabili, come la mastra dell’albero quà a fianco, dove l’unico ma importante servizio del cuoio è quello di proteggere il multifiss dai raggi solari. La bontà di questi lavori è che sono tutti fatti su misura/necessità per cui sono sempre modificabili potete sempre contattarci per dubbi e consigli. Buon lavoro!

2 thoughts on “Cuoio in barca

  1. Bello! Bravissima! noi l’avevamo fatto per Nodo alla Gola (la barca di prima). all’attacco dell’albero però ti consiglio di mettere sotto quel rubber must tecnico. Temo che il cuoio regga poco le infiltrazioni.

  2. grazie, mi piacciono molto i lavori manuali! per la mastra ho spiegato il lavoro fatto nella sua sezione e in realtà abbiamo preferito un’ altra procedura al posto del rubber che non ci soddisfava come idea

Rispondi