Rotta NE per ora. Il deserto dell’Egeo

Chora Astypalea
Alla fine abbiamo fatto rotta su Astypalea ed è stata la scelta giusta, è bastato aspettare il momento giusto per salire con vento e mare favorevoli, sfatando così il primo dei tanti stereotipi sulla Grecia che vuole la navigazione da Creta sul difficile mare di Karpatos. In mare trovo la pace, le vele


verso Lipsi

del Jonathan piene di vento, i blu ovunque sopra e sotto, è un equilibrio splendido che va col suono dello scafo a fendere le onde veloce macinando miglia su miglia, a volte mi sembra che potrei non fermarmi mai, arrivare dall’altra parte del mondo. Mi sono chiesta perché quest’armonia defluisce appena mi avvicino a terra e viene sostituita

Thomas e moni a spasso per Lakky
da una sorte di ansia, penso a Odisseo e mi sembra di capire perché s’è perso, perché non sapeva più dov’èra. Queste isole sono tutte ugualmente brulle, scogli dove non cresce nulla, una terra dura e desolata e la sua gente sembra aver perso sulla strada del tempo la memoria di se stessa, so che tu
vista dalla Chora
ami moltissimo questi posti, per me non è scoppiato l’amore, non come è successo in Turchia e se penso a baie e spiagge da sogno mi si riempiono gli occhi di verdi foreste rigogliose che per chilometri finiscono sull’oceano, i colori vividi pieni della natura: l’oro nell’anima del sud america. Sono certa di vedere solo l’ombra di ciò che questo paese doveva
Klima Samos
 essere trent’anni fa ma forse siamo tutti più tristi. Comunque Astypalea è decisamente bella e affascinante con una vista mozzafiato dall’alto della Chora tipicamente bianca e azzurra ben diverso dal povero paesino di Lakki a Leros:
immagina un set
La Turchia vista da Samos
cinematografico abbandonato, un film sull’architettura fascista mai finito, molto meglio stare sempre in rada anche perché fino ad ora tutte le isole che abbiamo visitato, i paesi, i villaggi esistono e vivono solo ed esclusivamente in funzione dei turisti anche e soprattutto le più piccole, bisognerà vedere da qui in poi come sarà, ora che agosto finisce e inizieremo a scendere finalmente verso Marmaris.


Rispondi